Torna al Blog

Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vista

Categories Guide e consigli

La cucina, si sa, è un ambiente della casa in continua evoluzione. Basti pensare a come si sono trasformate nel corso degli anni. Le nostre mamme avevano piccoli cucinotti negli anni ’70 completamente separati dalla zona pranzo, in cui hanno operato tra ristrettezze e fracassè. Man mano le cucine si sono aperte e sono nettamente migliorate nell’aspetto e nella fruibilità, fino ad arrivare agli open space attuali, che uniscono cucina e living. Una vera e propria rivoluzione, che ha cambiato il modo di vivere e concepire l’ambiente operativo e funzionale. Sono nate le prime isole, direttamente ricalcate dalle cucine anglosassoni, che man mano sono diventate un must-have della cucina italiana contemporanea.

La cucina ha, quindi, acquisito sempre più valore come parte integrante e fondamentale dello stile d’arredamento pensato e realizzato intorno alle famiglie. Ogni cucina nasce dall’ascolto delle esigenze, delle abitudini di vita e dei gusti di ogni singolo soggetto.

Per prima cosa occorre valutare con attenzione quale sia la migliore disposizione della cucina in base al proprio ambiente. In questo articolo ti presenteremo le 5 tipologie di disposizioni da cui potrà prendere forma la tua nuova cucina.

 

ARREDARE LA CUCINA IN MODO CLASSICO: LA COMPOSIZIONE LINEARE

faggiani-greenlife-3-1024x767 Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vista
Se sei amante della semplicità o di una cucina moderna dalle forme più tradizionali potrai orientarti verso composizioni di cucina lineare.

Evergreen di successo, le cucine lineari rappresentano una soluzione di sicuro affidamento che non invecchia mai. Questa è una proposta di arredo dall’aspetto tradizionale che propone comunque affascinanti elementi innovativi. Pulizia ed equilibrio sono i punti di forza di questo tipo di cucina. Un connubio che dona essenzialità e immediatezza alla proposta d’arredo.

Gli unici vincoli progettuali se scegli di arredare cucina con questa disposizione sono dati dal corretto posizionamento degli elementi legati agli allacci del gas e dell’acqua.

Una progettazione accurata consente alla cucina moderna lineare di godere del massimo della ergonomia possibile, così da facilitare tutte le operazioni che ti troverai a svolgere nella tua cucina.

Una volta verificata la posizione degli allacci occorrerà procedere con il posizionamento del lavello e piano cottura inserendo tra essi lo spazio ideale come piano di lavoro (ovviamente in base alla lunghezza massima disponibile dell’intera cucina).

Questa accortezza ti consente di avere un ambiente altamente funzionale che rende agevole la vita in cucina. Con grande comodità e minimi spostamenti potrai lavare, lavorare e cuocere facilmente i tuoi alimenti.

 

GRANDE VARIETA’ DI OPZIONI PER ARREDARE UNA CUCINA

 

In passato il posizionamento del forno era obbligato nelle basi a terra, oggi invece abbiamo molte più possibilità di inserirlo ad una altezza superiore in modo tale da rendere più pratico l’utilizzo dell’apertura.

Grazie a questa innovazione, che può sembrare banale ma non lo è, sarà possibile posizionare il tuo forno inserendolo ad esempio in una colonna e poter scegliere ben 4 altezze differenti.

Un’altra scelta con valenza sia estetica che pratica che ti troverai a fare è legata all’utilizzo o meno di pensili. Sempre più frequente e all’avanguardia è la scelta di cucine senza pensili, è una scelta di grande effetto che rende la cucina un elemento di arredo più neutro e maggiormente integrato al resto dell’arredamento. Molto spesso questa soluzione viene proprio adottata per gli open space.

Per quanto riguarda l’abbinamento della cappa alla tua cucina lineare, potresti optare per un modello di design a parete, oppure dare maggiore pulizia in fatto di linea e preferire, invece, l’inserimento di una cappa all’interno di un pensile.

 

ARREDARE LA CUCINA CON LA COMPOSIZIONE A DUE LATI

 dattilo-greenlife-2-1024x711 Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vista

Le cucine a due o più lati coniugano fascino ed efficacia soddisfacendo gusti e soprattutto richieste ben definite.

Questa soluzione è perfetta se si dispone di un ambiente con una o più pareti attigue e se si desidera una alternativa più dinamica alla classica cucina angolare. Questa soluzione delimita lo spazio operativo della cucina mantenendo assoluta ergonomia. Si tratta infatti di una soluzione che rende estremamente comoda la vita in cucina, velocizzando e agevolando ogni operazione.

Inoltre questa scelta di composizione permette di creare un ambiente suggestivo di grande impatto visivo.

Su questo tipo di disposizione abbiamo pochi vincoli progettuali, visto che può considerarsi una chiara risposta a limiti strutturali esistenti come pareti non estremamente lunghe.

Per valorizzare al meglio questa combinazione vogliamo darvi qualche piccolo trucco che abbiamo imparato sul campo con i nostri Architetti:

  • Cercate di tenere vicini i blocchi operativi così da ridurre al minimo gli spostamenti
  • lavello, piano di lavoro e piano cottura cercate di averli sempre in sequenza
  • Sfruttate un lato solo come blocco colonne con forno, sarà oltre che gradevole da un punto di vista estetico anche funzionale come organizzazione di spazi da adibire a dispensa
  • Posizionate frigo e forno sullo stesso lato, sarà sicuramente più pratico e renderà ancora più ergonomica la struttura

 

Un consiglio pensa sempre mentre stai progettando una cucina alle tue abitudini e a come vive la tua famiglia, questo renderà più facile la progettazione e ne uscirà la TUA CUCINA SU MISURA.

 

ARREDARE CUCINA CON IL BLOCCO A ISOLA

 MG_6613-1024x682 Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vista

Le cucine con isola rappresentano sicuramente la novità degli ultimi anni, una soluzione di grande impatto estetico.

Questa composizione sarà valorizzata al massimo in ambienti piuttosto ampi, che garantiranno sufficiente spazio di lavoro e di passaggio intorno al blocco isola.

La cucina moderna con isola trasmetterà carattere a tutta la casa, influenzando stile e look dell’intero living con un tocco giovane e dinamico. Razionalità e organizzazione caratterizzano questa soluzione funzionale ed ergonomica che regalerà comodità in cucina e grande potere contenitivo.

In un ambiente spazioso e con dimensioni sufficienti, scegliere una cucina con isola significa vincere in partenza: sia dal punto di vista scenografico immaginandola come un ponte verso l’aerea living sia da un punto di vista delle svariate potenzialità in fatto di operatività e capacità contenitiva.

 

POSSO INSTALLARE UN’ ISOLA IN UN AMBIENTE PICCOLO?

 

Esistono tanti espedienti progettuali che consentono di comporre una cucina a isola che si adatti anche a spazi ridotti. Il protagonista nelle cucine con isola è il blocco centrale che può assolvere differenti funzioni in base all’utilizzo. Infatti potresti configurare l’isola come elemento operativo per la preparazione dei pasti integrandola magari con un lavello.

E’ possibile inserire anche il piano cottura, scegliendo se a induzione o classico e magari perché no posizionare pure un forno nella base.

Questa è senza ombra di dubbio una soluzione di grande impatto visivo, in un ambiente dove tutto è posizionato nel modo migliore. Una composizione che vi agevolerà nei movimenti.

Attenzione però a non sottovalutare nella progettazione di un’isola funzionante la scelta della cappa

Che potrebbe rendere necessari lavori aggiuntivi proprio per la canalizzazione dell’aria. A prescindere dalla scelta che sia tra una cappa tradizionale a sospensione, sia integrata nel piano ad induzione o a scomparsa nel top, a parità di prodotto avrai sempre un costo maggiore rispetto a una cappa da parete o pensile.

Potresti però optare per la scelta di lasciare l’isola libera da elementi così da poterla utilizzare interamente come piano di lavoro o semplicemente usarla per pasti non convenzionali e più intimi.

Un altro vantaggio della scelta dell’isola è che ti consentirà di aumentare in maniera esponenziale sia lo spazio contenitivo sia il piano di lavoro.

 

COMPOSIZIONE ANGOLARE

vincenti-greenlife-2-1024x637 Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vista

Se la tua stanza dispone di due pareti ad angolo libere, la soluzione di cucina angolare rappresenta un’ottima scelta. Questo tipo di soluzione è un connubio tra elegante razionalità e estrema funzionalità. La sua regolarità dona essenziale semplicità ma estremo stile.

Una soluzione molto pratica sarebbe posizionare il lavello e piano cottura sullo stesso lato in modo tale da avere completamente libero il piano opposto. Una valida alternativa però potrebbe essere quella di dividere su due lati lavello e piano cottura.

 

ALLA SCOPERTA DEI TREND DI COLORI DEL MOMENTO

 

Adesso inizia la parte divertente ma anche molto “difficile”, la scelta del colore dei pensili e top. Indubbiamente con un ottimo Interior designe sarà più facile.

Due sono i trend più interessanti per il 2022.

Il primo riguarda l’utilizzo dei toni della terra o materici neutri che sostituiscono il solito bianco,oserei quasi dire intramontabile però.

L’ispirazione deriva dalle tonalità dell’ambiente naturale come il color cappuccino, tortora, beige, ruggine, argilla, terracotta e anche persino il verde. Diciamo che è una grande evoluzione rispetto al solito bianco, che è ormai quasi onnipresente nelle case degli italiani.

Sempre più clienti scelgono le cucine con le ante di vetro laccato. Il vetro dona senza ombra di dubbio una raffinatezza e eleganza inimitabile, è da valutare però la possibilità di dover ricorrere ad una maggiore pulizia.

Il secondo trend riguarda quello dell’utilizzo di colori scuri e freddi, come ad esempio, il nero, il grafite o antracite oppure il blu. Si tratta per lo più di un atteggiamento progettuale che riguarda le cucine grandi con un pavimento caldo (parquet o marmo).

Si è notato che sempre meno famiglie temono l’impatto che una cucina scura possa avere in casa, anzi, viene preferito al bianco scandinavo che ci portiamo in eredità da molto tempo.

 

QUAL È IL PIANO DI LAVORO IDEALE?

IMG_1927-1-1024x768 Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vista

Come scegliere il miglior top per la tua cucina? Dipende veramente da tanti fattori. Il primo in assoluto è il budget che vogliamo dedicare all’arredamento, soprattutto se vogliamo acquistare una cucina economica. Un consiglio che ci sentiamo di dare è quello di partire da una valutazione legata al design e alla conformità del resto dell’arredo. Esistono top per cucine che stonerebbero in particolari ambienti, quindi prestate attenzione a quale materiale scegliere.

Il passo successivo è chiedersi: “quale grado di attenzione presteremo ai nostri mobili?”

Piani di lavoro in quarzo, in laminato, Fenix e Okite sono sicuramente meno impegnativi mentre Top cucina ricavati con materiali naturali come Marmo e Granito sono gli unici in grado di conferire un tocco di prestigio autentico a modelli di cucine classiche, rustiche o country.

Quindi oltre all’estetica il prezzo e la durabilità sono i principali fattori da tenere in considerazione.

 

CONCLUDENDO

La scelta della cucina è un aspetto fondamentale dell’arredamento e non è una cosa assolutamente semplice. Dietro alla sua progettazione vi è davvero un mondo, soprattutto perché oggi è diventato il luogo principale delle nostre case. Ciò che speriamo è di non avervi spaventato, ma piuttosto di esservi stati utili dandovi qualche spunto di riflessione che vi consenta di fare la scelta giusta.

Cercate di focalizzarvi sulle vostre esigenze e certamente non sbaglierete. LA CUCINA PERFETTA OGGI E’ ESSENZIALE!

Prima di lasciare questo articolo, potrebbe esserti utile scaricare il primo capitolo del mio libro che parla di Investimenti Immobiliari:
clicca qui27a1 Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vistaMiracoli Immobiliari, impara a farli a Pisa. 

16-1024x536 Come arredare una cucina: 5 idee per la tua nuova cucina a vista

0 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *